Passa ai contenuti principali

Arrivano i nuovi single: quanto sei Sneet?

Secondo gli ultimi dati Istat, in Italia le famiglie composte da una sola persona continuano ad aumentare e ora il numero dei single ha raggiunto quasi i 12 milioni. Milano è la capitale dei single e continuano a nascere iniziative per chi vive solo: eventi per single, porzioni per single, cene degli sconosciuti ecc...
In ogni città si organizzano speed date, Art Dating e altri appuntamenti per favorire l'incontro tra single e creare occasioni per conoscere nuove persone.
SNEET, i nuovi single


Eppure non tutti i single sono interessati a creare nuove relazioni, affettive o sentimentali che siano.
Anzi, si sta diffondendo una nuova tipologia di single che è già stata battezzata con il termine Sneet.

Sneet è l'acronimo di Single Not in Engagement, in Expecting, ovvero persone che vivono da sole e che non sono fidanzate, non sono alla ricerca di un partner e non hanno neppure flirt in corso.
In pratica hanno smesso di cercare l'anima gemella e, a relazioni precarie o mezze ammaccate, preferiscono godersi i vantaggi della vita da single.

Se Sneet vi ricorda qualcosa, la vostra memoria non vi inganna!
La sigla riprende infatti un altro acronimo, sempre più diffuso nei nostri tempi: Neet, Not in Education, in Employement, in Training. Si tratta dei giovani disoccupati che non studiano, non hanno un lavoro e non lo cercano neppure (...).

Ma cosa c'è, invece, dietro la scelta di non far nulla per instaurare una relazione? Insomma, chi sono gli Sneet?

Intanto va detto che è legittimo star bene da single e non aver voglia di ritrovarsi a vivere in coppia. Ognuno di noi è diverso dall'altro e non tutti desideriamo matrimoni e figli. O magari "abbiamo già dato" e ora siamo ben felici di goderci la nostra rinnovata libertà!

Essere single significa vivere da soli ma non stare chiusi in casa e non avere contatti con il mondo esterno.
I single sono quindi persone che non hanno relazioni stabili ma frequentano altre persone, vivono dei flirt e, anche se non convivono o non hanno un anello al dito, hanno comunque rapporti (sentimentali e/o fisici) con altre persone.

Gli Sneet, invece, hanno amici e conoscenti con cui uscire ma non cercano nessuna persona con cui vivere dei flirt.

SNEET, i nuovi single


Esistono diverse categorie di Sneet. Ne abbiamo individuate 3:

1 - Sneet di passaggio

Per alcuni la "fase Sneet" è una fase transitoria: magari escono da relazioni tormentate e sofferenti e hanno bisogno di "disintossicarsi".
C'è chi ha sofferto molto per amore e, per paura di stare ancora male, come difesa, tende a isolarsi. Oppure c'è chi sta attraversando una fase della vita in cui ha altre priorità (lavoro, trasferimenti, problemi vari...) e vede eventuali flirt come complicazioni che non ha voglia di vivere. E infine c'è chi non riesce a superare una storia finita e non concepisce alcuna relazione (se non con l'ex).

Ma sappiamo bene che a volte promettere fedeltà eterna a un amore finito è un'utopia: salvo rare eccezioni, con il tempo ci si ricrede quasi sempre. Inoltre cambiano le priorità, il timore di soffrire per amore si riduce e anche la convinzione di non voler più relazioni vacilla.

Ecco perché chi si trova in queste situazioni è uno Sneet di passaggio e presto troverà di nuovo la voglia di relazionarsi con altre persone.

2 - Sneet rassegnati

Gli Sneet rassegnati sono invece coloro che non credono più nell'amore o, in generale, nelle relazioni interpersonali.
Hanno forse avuto qualche difficoltà nella comunicazione uomo-donna e sono reduci da relazioni fallimentari e tormentate. Magari sono stati molte volte delusi dal partner e dalla vita, per questo non hanno più fiducia nelle altre persone e preferiscono vivere soli.
Oppure sono anni che aspettano l'anima gemella ma il tempo passa, gli amici si sposano, hanno figli, divorziano, mentre loro si ritrovano sempre in una situazione statica e ormai si sono convinti che non cambierà mai nulla. Hanno quindi smesso di credere possibile un incontro fatale e anche di cercare le occasioni per conoscere altri single.

Capita spesso però che gli Sneet rassegnati si debbano ricredere, o perché la vita regala loro qualche nuova emozione inaspettata, oppure perché tornano a riacquistare fiducia nel futuro e in loro stessi ed escono così dal loro isolamento.

3 - Sneet cronici

Per alcuni single, invece, la condizione di Sneet è cronica.
Può essere il caso di single che ormai hanno superato la mezza età, hanno vissuto una vita piena di relazioni e amori e ora preferiscono godersi i privilegi della vita da single.
Senza tormenti e senza rimpianti.

C'è però anche chi non è riuscito a trovare il giusto equilibrio tra lo star bene da soli e con gli altri e, per varie ragioni, ha preferito rinunciare alla ricerca di un partner.


In realtà l'amore non ha età e star bene con sé stessi non significa evitare gli incontri. Anzi, le relazioni interpersonali sono un'ottima occasione di confronto e servono a insegnarci come migliorare la nostra vita e il modo di rapportarsi con l'esterno.
Lo scopo degli eventi per single che da tantissimi anni organizziamo con Vitadasingle è proprio questo: aiutare i single a conoscere nuove persone e a non rimanere soli.
Vi basterà partecipare a un nostro speed date o aperitivo per single per rendervi conto che ci sono molti modi per passare ore divertenti e stare bene in compagnia di tanti altri single!

POST PIÚ POPOLARI:

Buon Natale a chi è single!

Cari amici ed amiche single,
eccoci a Natale, festività che regala a tutti noi l'opportunità di fermarsi a riflettere.
Alle prese con la frenesia per il digitale, la nostra società pare stia sempre più smarrendo il senso dello stare insieme, quello più vero e genuino.

Molti oggi, infatti, vivono sempre più online: PC, smartphone, Facebook, Whatsapp, Instagram ecc...
Stiamo vivendo nell'era della "comunicazione globale & totale", con persone che non perdono l'occasione di postare la foto del piatto che stanno mangiando, o della strada che stanno percorrendo; tutto solamente alla ricerca di un "MI PIACE". Ma, per paradosso, tutto questo non fa che aumentare la difficoltà di comunicare!
Basta buttare l'occhio su una tavolata di un ristorante, o in una spiaggia: potrete spesso notare persone che, pur fisicamente nello stesso luogo, sono con la testa altrove a vivere in un mondo virtuale.

Dalla mancanza di una comunicazione vera deriva, però, una sens…

Le migliori domande da fare a uno speeddate

I nostri speeddate"6 Single x sei single" sono eventi per single durante i quali ogni partecipante ha 6 minuti di tempo per conoscere il single che gli si siede di fronte.
In un'unica serata si possono incontrare tante persone single, ma il tempo è (volutamente) limitato, proprio per spronare ogni partecipante a utilizzare nel migliore dei modi i minuti disponibili.

Cosa chiedere quindi per sfruttare al meglio il tempo a disposizione e catturare l'attenzione dell'interlocutore?



Attenzione: non è un'intervista! Quindi è difficile creare una scaletta delle migliori domande da fare a uno speeddate perché tutto dipenderà da come evolve la conversazione.

Per spezzare il ghiaccio, la prima domanda da fare è sicuramente il nome: può sembrare banale ma il nome è il nostro "bigliettino da visita" ed è ciò che attribuisce un'identità anche all'esterno.
Poi, come abbiamo detto, è un modo per avviare una conversazione, quindi anche solo rispondendo a una…

4 cose da non fare dopo un evento per single

Talvolta chi partecipa ai nostri eventi per single si fa prendere dall'entusiasmo e finisce per commettere alcuni errori.
Vediamo quali sono gli errori che vi consigliamo di evitare:


PRIMO ERRORE - Attaccarsi ad una persona e non mollarla più
Avete avuto il contatto di una persona durante la serata?
Oppure avete avuto un match magari il suo indirizzo e-mail?
Fantastico, allora cercate di non stressarla...!

Stiamo parlando di eventi per single, persone adulte che hanno il loro carattere e le loro abitudini.
Iniziare a pressare una persona con molte richieste, messaggi e magari telefonate spesso ha l'effetto opposto: riuscite ad allontanarla, anziché avvicinarla a voi.



SECONDO ERRORE - Cercare di recuperare il maggior numero di contatti dall'evento
Alcuni single hanno l'abitudine di affannarsi a cercare di recuperare il maggior numero di contatti possibili. Finito l'evento, presi dall'entusiasmo, provano ad aprire un gruppo WhatsApp cercando di coinvolgere il maggior …