Passa ai contenuti principali

Super Like: ecco perchè non funziona


Da un po' di tempo nel panorama di siti dedicati ai single in Italia c'è un grande affannarsi a farsi notare per emergere dal gruppo.
I tentativi sono i più disparati: da fiocchi colorati sul carrello della spesa a cene per single dove i partecipanti non trovano nessuno a gestire l'evento, fino ad arrivare a foto di gruppi di single in vacanza dove, come specchietto per allodole, vengono coinvolti anche ignari passanti per fare numero e far sembrare il gruppo di single più grande.
Tutto sembrerebbe far brodo, insomma.

La app di incontri Tinder in confronto con gli eventi per single è invece diventata famosa (soprattutto negli Stati Uniti) anche perchè le ragazze che lo utilizzano sono state etichettate “tinderslut”, a indicare il fatto che sono molto facili.
Ora, dopo che Tinder già tempo fa aveva lanciato il suo Super Like, nei giorni scorsi alcuni "geni" italici hanno pensato di adottarlo anche negli eventi per single.


Like e dislike

Analizziamo l'idea, spiegando innanzitutto: cos'è un "Like"?
Online è molto utilizzato su Facebook e Tinder ed offline negli eventi per single, come ad es. lo speeddate, l'appuntamento tra persone single che permette di "rompere il ghiaccio" e conoscere con facilità tutte le persone che partecipano alla serata.
Per chi negli ultimi 15 anni non ha mai visto una puntata di Sex & The City o le decine di film che ne hanno parlato, oppure abbia vissuto su Marte o in Antartide spieghiamo il meccanismo di gioco: all'arrivo ad ogni partecipante é fornito un numero identificativo.
Ovviamente i partecipanti sono uomini e donne in ugual numero e si siedono l'uno di fronte l'altra.
Durante il gioco gli uomini cambiano posto, per passare ad un nuovo incontro. In questo modo, al termine della serata, ogni donna avrà parlato con ciascun uomo e viceversa.
A questo punto inizia il vero divertimento: al termine degli incontri infatti i single possono compilare un modulo con le preferenze: sulla scheda di gradimento indicheranno, a fianco del numero identificativo delle persone incontrate, un "SI" o un "NO".
Quando c'è match, cioè il "SI" è reciproco (la persona scelta ti ha, a sua volta, scelto) vengono inviati i rispettivi dati a entrambi.
Semplice e divertentissimo.

Torniamo ora al Super Like, lanciato da Tinder per aumentare le possibilità di "rimorchio".
Un anno fa quando era stato lanciato eravamo curiosi ... qualcuno avrà più successo con questa funzionalità aggiuntiva?
Abbiamo lasciato passare (molto) tempo, ci siamo documentati e abbiamo sentito un po' di pareri: il Super Like non funziona e, in più, fa sembrare l'uomo meno attraente agli occhi di una donna.

Infatti, dare un "Super Like" e poi fare "Super match" fa sembrare più bisognosi, disperati e imploranti di attenzione da parte dell'oggetto del desiderio, quasi come chiedere a gran voce la sua attenzione.
Troverete in rete diverse testimonianze che affermano ad esempio che, nel caso raro in cui su Tinder una donna risponda al Super Like, la conversazione spesso non dura più di 1 o 2 righe.

Cari uomini single: con queste premesse in pratica dare un "Super Like" durante un evento equivarrà sicuramente a dare una bella carica all'ego della donna, ma dopo che le avrete alzato l'autostima e vi avrà inquadrato sarà probabile che Lei passerà a interessarsi a qualcuno più seducente e che giudica come (almeno) uguale a lei.
Anzichè dare un Super Like forse sarebbe meglio impegnare le proprie energie a capire cosa cambiare per migliorare le relazioni interpersonali, per evitare gli errori di comunicazione più comuni con l'altro sesso.

Leggendo online i testi degli "ideatori" italici sono invece incredibili la affermazioni che si leggono in merito:
"Il Super Like è la certezza di aver fatto colpo" (quando si indicava un SI non era già così?),
"di aver suscitato l'interesse dell'interlocutore" (quando si indicava un SI non era già così?)
"e di averlo affascinato" (addirittura... ma quando si indicava un SI non era già così?).

Staremo a vedere... ma con queste premesse sembra proprio che, nonostante i nostri colleghi si stiano affannando per trovare qualche idea, in quest'ultimo caso la montagna potrebbe aver partorito un topolino...

Like

POST PIU' POPOLARI:

6 motivi per cui dopo i 40 anni è importante avere amici

Di tutte le cose che la saggezza procura per ottenere un'esistenza felice, la più grande è l'amicizia. Epicuro
Se già Epicuro, vissuto tra il III e IV secolo a.C., parlava in questo modo dell'amicizia, un motivo ci sarà!
Gli amici sono un bene prezioso che spesso ci salva nei momenti più bui.
Apprezzare i vantaggi delle propria vita da single e imparare a stare bene con sé stessi e anche con gli altri può richiedere del tempo e ci sono delle fasi della vita in cui un legame di amicizia può aiutare a superare periodi più difficili.

Le famose telefonate all'amica (o dell'amica) alle 4 di notte, quando si è in crisi e si cerca di superare una storia finita non sono leggende metropolitane!
Gli amici veri sono proprio quelli che stanno vicini in questi momenti.



Ma gli amici non servono solo nei momenti bui, sono anche le persone con cui condividere il tempo libero, le uscite e le ore più divertenti della nostra vita da single.
Lo si può fare con gli amici che si frequen…

Arrivano i nuovi single: quanto sei Sneet?

Secondo gli ultimi dati Istat, in Italia le famiglie composte da una sola persona continuano ad aumentare e ora il numero dei single ha raggiunto quasi i 12 milioni. Milano è la capitale dei single e continuano a nascere iniziative per chi vive solo: eventi per single, porzioni per single, cene degli sconosciuti ecc...
In ogni città si organizzano speed date, Art Dating e altri appuntamenti per favorire l'incontro tra single e creare occasioni per conoscere nuove persone.


Eppure non tutti i single sono interessati a creare nuove relazioni, affettive o sentimentali che siano.
Anzi, si sta diffondendo una nuova tipologia di single che è già stata battezzata con il termine Sneet.

Sneet è l'acronimo di Single Not in Engagement, in Expecting, ovvero persone che vivono da sole e che non sono fidanzate, non sono alla ricerca di un partner e non hanno neppure flirt in corso.
In pratica hanno smesso di cercare l'anima gemella e, a relazioni precarie o mezze ammaccate, preferiscono g…