Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2016

L'amore ai tempi di internet

Tempo fa un noto marchio di prodotti di elettronica aveva fatto un sondaggio per capire se e come la tecnologia ha cambiato il modo di vivere l'amore.
Il campione intervistato aveva risposto a diverse domande, riguardanti il modo in cui preferisce mandare messaggi al partner, o cos'è cambiato da quando internet, tablet e smartphone sono entrati a far parte della nostra vita quotidiana.




Erano emersi risultati interessanti, che volgiamo riproporvi in questo periodo di festivitià, per capire quanto l'hi-tech abbia influenzato la nostra vita nei rapporti interpersonali e soprattutto nella comunicazione uomo-donna.

Il primo dato che emerge è che per il 32% degli intervistati l'amore ai tempi dell'hi-tech è molto più semplice rispetto a quando smartphone, social network, Tinder e le app di incontri non esistevano.
In effetti ora è più facile contattare un altro single, anche quando non abbiamo il suo numero di telefono o lo abbiamo incontrato tra i carrelli dei supermerc…

Buon Natale a chi è single!

Cari amici ed amiche single,

eccoci di nuovo al Natale, festività che regala a tutti l'opportunità di fermarsi a riflettere.

Il Natale, più di altre feste, può amplificare il senso di solitudine per chi è single.
Per chi lo è da tempo è una data di riferimento, che scandisce lo scorrere della vita, mentre per chi è single da poco può trasformarsi anche in un momento di tristezza, o malinconia.

Per parlare di autonomia e libertà nella vita da single prenderò spunto da questa frase, tratta da un episodio della serie Doctor Who: "L'avventura più grande è avere qualcuno che la condivida con te".

Può capitare infatti che chi è single, preso dall'entusiasmo della "libertà assoluta", dimentichi che la condivisione è un ingrediente importante della vita.
Poter condividere emozioni ed esperienze con altri (e magari poi ricordarle insieme, in futuro) è una cosa molto importante.
Non stiamo parlando di coppia, ma di socialità!

Talvolta alcuni single si ritrovano i…

Il look giusto per uno speeddate

Partecipare  a uno speed-date può essere come una sorta di "primo appuntamento".
In un'unica serata si ha la possibilità di conoscere molte persone single e quindi, più che un primo appuntamento, è un po' come vivere tanti primi appuntamenti!

Può capitare, quindi, che si pensi a lungo a cosa dire, come comportarsi e quali domande fare durante uno  speeddate.
Ma, oltre a tutto questo, una delle cose più importanti da fare è decidere come vestirsi, dubbio che di solito attanaglia le donne, ma anche uomini single (anche se probabilmente non lo ammetteranno mai)



Con il nostro speeddate "6 Single per sei Single" si hanno a disposizione ben 6 minuti per conoscere la persona single che vi si siederà accanto.
In un tempo limitato non c'è spazio per  parole non importanti. Prima ancora di sentirvi parlare, la persona che vi vedrà si sarà già fatta una idea di voi in base a tutta una serie di elementi che fanno parte della CNV (Comunicazione Non Verbale). Avrà qu…

Supermercati per single tra leggende e verità

Sono passati 16 anni dal lancio di Vitadasingle.net eppure ancora oggi c'è chi sostiene che il supermercato è un luogo perfetto per incontrare l'anima gemella.
Forse perché incontri di questo tipo si fanno solo nei momenti più inaspettati. Oppure perché, tra una coda in cassa e uno scaffale difficile da raggiungere, le occasioni per iniziare una conversazione con altre persone non mancano.


Certo, bisogna essere intraprendenti: non tutti hanno il coraggio di fermare uno sconosciuto nel bel mezzo della corsia dei sughi per farsi aiutare a prendere l'ultima confezione di penne rigate rimaste in cima allo scaffale.

Però una cosa è certa: non avendo nessuno cui delegare l'incombenza della spesa, i single sono frequentatori di supermercati e le grandi catene di distribuzione se ne sono accorte.
Centri commerciali e ipermercati stanno diventando sempre più "formato single", adeguandosi quindi alle esigenze di chi vive da solo.
Basti pensare anche ai nuovi orari di ap…

Ohlala, app di incontri a pagamento che ha fatto scandalo in Germania

Si chiama Ohlala ed è un'app ideata da un'imprenditrice austriaca di nome Pia Poppenreiter. Fino a qui non c'è nulla di particolarmente originale. 
Eppure questa app ha generato molto scalpore e parecchio scandalo.




Il motivo? Si tratta di un'applicazione per incontri a pagamento.

Gli utenti devono registrarsi online e creare un account. A questo punto possono consultare i profili di centinaia di donne, individuare quella con cui vorrebbero trascorrere qualche ora e inoltrarle la richiesta.
La "rivoluzione" è che con Ohlala le donne hanno la possibilità di vedere prima l'uomo che le ha contattate e decidere quindi se accettare l'incontro, oppure no.
Prima di organizzare un appuntamento di persona possono chattare con lui e sapere in anteprima le sue richieste. In questo modo avranno maggiori elementi per valutare se sono interessate alla proposta oppure no.

In pratica, con Ohlala, anche il "lavoro più vecchio del mondo" diventa digitale.
Il we…