Passa ai contenuti principali

Eccoci all'appuntamento con Natale.

Una ricorrenza che, per chi è single, talvolta acquista un sapore di malinconia: Natale infatti è una tappa, che scandisce il passare del tempo e porta al confronto con i ricordi dei giorni di Natale precedenti...
Nei rapporti ISTAT si evidenzia sempre più che sono in crescita le famiglie cosiddette unipersonali.
E dal punto di osservazione "privilegiato" in cui mi trovo sto davvero assistendo ad un cambiamento nella composizione della società, con una moltitudine di persone che vivono una quotidianità "individuale", ma che tendono comunque a voler (giustamente) aggregarsi tra di loro.
Ed abbiamo letto, scritto, ricevuto ormai centinaia di migliaia di email di tutti i tipi ed una parte di questi sono appelli contro la solitudine.
A Natale e, più in generale, durante i periodi delle feste comandate, i single (uomini o donne, giovani o meno giovani) sentono di più la solitudine.
Schopenhauer scrisse: "Ciò che rende socievoli gli uomini è la loro incapacità di sopportare la solitudine e, in questa, se stessi".
Esistono infatti 3 categorie di single: coloro che sono ben felici di esserlo (magari perchè reduci da un rapporto snervante...), coloro che rifuggono l'idea della solitudine e tendono a riempire ogni momento della giornata per non essere mai "soli" ed infine coloro che, facendo buon viso alla sorte, cercano di accettare con serenità le opportunità di questo status.
Da parte mia con questo sito da sempre mi impegno per mandare messaggi di fiducia e di ottimismo, ricordandovi che per poter stare veramente bene in mezzo agli altri è importante stare bene soprattutto con se stessi, al di là del numero di persone che si hanno intorno!
Al proposito anche quest'anno voglio ricordarvi la frase di Baudelaire (che campeggia ancora in tutte le pagine del sito) intorno alla quale iniziai a modellare Vita da single.net nel lontano 1998: "Chi non sa popolare la propria solitudine, nemmeno sa esser solo in mezzo alla folla affaccendata".

Concludo invitandovi a visitare il sito di ActionAid International, organizzazione impegnata nella lotta alle cause della povertà e dell'esclusione sociale.

Ad ognuno di voi auguro quindi un sereno Natale, un po' meno consumistico ma più concreto nei sentimenti.

POST PIÚ POPOLARI:

L'anello dei single

E' ufficiale: Singelringen l'anello dei single è entrato a far parte del nostro mondo, stringendo una collaborazione con Singelringen.
Si indossa sulla mano opposta rispetto alla fede nuziale ed in effetti il suo significato è simile a quello dell’anello simbolo del matrimonio. Simile, ma in qualche modo contrario.. Singelringen è portato sul dito anulare ma molti preferiscono indossarlo su altre dita o portato al collo infilato in una collana. Sbarca anche in Italia la ‘fede’ dei single, che già sta spopolando in diversi paesi europei, dalla nordica Svezia dove è nata, fino alla mediterranea Spagna.
Se i fidanzati mostrano al mondo il loro status con l’anello di brillanti, chi ha moglie o marito ostenta la fede – hanno pensato gli ideatori -, perché chi è single non deve portare al dito il simbolo del suo essere sentimentalmente disimpegnato? Allora ecco che arriva l’anello, che da simbolo di fedeltà diventa simbolo di felicità e al tempo stesso di ‘apertura’. Apertura al mo…

Super Like: ecco perchè non funziona

Da un po' di tempo nel panorama di siti dedicati ai single in Italia c'è un grande affannarsi a farsi notare per emergere dal gruppo.
I tentativi sono i più disparati: da fiocchi colorati sul carrello della spesa a cene per single dove i partecipanti non trovano nessuno a gestire l'evento, fino ad arrivare a foto di gruppi di single in vacanza dove, come specchietto per allodole, vengono coinvolti anche ignari passanti per fare numero e far sembrare il gruppo di single più grande.
Tutto sembrerebbe far brodo, insomma.

La app di incontri Tinder in confronto con gli eventi per single è invece diventata famosa (soprattutto negli Stati Uniti) anche perchè le ragazze che lo utilizzano sono state etichettate “tinderslut”, a indicare il fatto che sono molto facili.
Ora, dopo che Tinder già tempo fa aveva lanciato il suo Super Like, nei giorni scorsi alcuni "geni" italici hanno pensato di adottarlo anche negli eventi per single.



Analizziamo l'idea, spiegando innanzit…

Le migliori auto per single che vivono in città

Si è da poco concluso il Salone dell'Auto di Torino e noi di Vitadasingle.net c'eravamo.
Abbiamo ammirato i bolidi esposti, siamo saliti a bordo di auto sportive e berline di lusso e abbiamo anche fatto un salto nel futuro, rapiti da prototipi dalle linee avveniristiche.
Ma sopratutto ci siamo chiesti: qual è l'auto per i single? 

Potendo sognare, una qualsiasi di quelle esposte al Parco del Valentino!
Tornando alla realtà, la risposta alla domanda qual è l'auto preferita dai single è sicuramente la Smart.

In poco più di 2 metri e mezzo (2,69 per essere precisi), la Smart ForTwo offre ogni comfort ed è ideale per spostarsi in città: si parcheggia ovunque e con il cambio automatico, anche per il single di Milano muoversi nel traffico diventa meno snervante.
Poi ha due posti comodi e finiture di qualità... insomma, l'eventuale secondo passeggero a bordo, non avrà nulla di che lamentarsi.

I single che cercano invece una vettura tuttofare, adatta ai viaggi e al traspo…