Passa ai contenuti principali

4 cose da non fare dopo un evento per single

Talvolta chi partecipa ai nostri eventi per single si fa prendere dall'entusiasmo e finisce per commettere alcuni errori.
Vediamo quali sono gli errori che vi consigliamo di evitare:


PRIMO ERRORE - Attaccarsi ad una persona e non mollarla più
Avete avuto il contatto di una persona durante la serata?
Oppure avete avuto un match magari il suo indirizzo e-mail?
Fantastico, allora cercate di non stressarla...!

Stiamo parlando di eventi per single, persone adulte che hanno il loro carattere e le loro abitudini.
Iniziare a pressare una persona con molte richieste, messaggi e magari telefonate spesso ha l'effetto opposto: riuscite ad allontanarla, anziché avvicinarla a voi.

Errore


SECONDO ERRORE - Cercare di recuperare il maggior numero di contatti dall'evento
Alcuni single hanno l'abitudine di affannarsi a cercare di recuperare il maggior numero di contatti possibili. Finito l'evento, presi dall'entusiasmo, provano ad aprire un gruppo WhatsApp cercando di coinvolgere il maggior numero di partecipanti.
Innanzitutto stanno dimenticando che ogni gruppo WhatsApp ha 2 difetti: il primo - le continue notifiche - sono una gran rottura di scatole e spesso ci si trova con centinaia di messaggi da leggere.
Secondo - i gruppi WhatsApp,  se non strettamente necessari, in genere hanno vita breve e vedono via via l'abbandono delle persone coinvolte nel gruppo.
Oltre a usare WhatsApp altri single si attivano facendo girare un foglio (cara, buona, amata carta) dove le persone possono indicare i loro indirizzi e-mail.
Questo atteggiamenti però risultano controproducenti: affannarsi a voler cercare a tutti i costi le persone significa spesso manifestare una propria esigenza e, per le persone più attente, una debolezza dal punto di vista seduttivo. Non dimenticate che manifestare una debolezza significa inevitabilmente rendersi meno interessanti agli occhi degli altri...

TERZO ERRORE - Se è andata bene, pensare che andrà ancora meglio la prossima volta
Questo è uno degli errori in cui molto spesso alcuni partecipanti incorrono.
Innanzitutto deve essere chiara una cosa: ogni serata è un evento a sé stante.
La maggior parte delle persone che partecipano cambiano (anche perché molte, terminato l'evento, hanno allacciato nuove conoscenze) e essendoci nuove persone il risultato è sempre diverso rispetto a quello dell'evento precedente.

QUARTO ERRORE - Rinunciare ad un prossimo evento se è andata meno bene di quello che ci si aspettava
Questo è il corollario del punto precedente: se a un evento vi siete trovati meno bene rispetto a come vi aspettavate, non è detto che la prossima volta sarà uguale.

Meditate single, meditate…

POST PIÚ POPOLARI:

Situationship, neologismo per descrivere i rapporti incerti

Situationship.
Ne avete già sentito parlare?

È un nuovo termine inglese comparso sulla rivista Cosmopolitan in un articolo di Carina Hsieh in riferimento ai casi in cui non ci si trova in una relazione, ma al tempo stesso non si sta uscendo con qualcun altro.
Si sta bene insieme, c’è armonia, sembrerebbe quasi essere in coppia, ma manca ancora qualcosa.
Al proposito, Urban Dictionary alla voce situationship riporta:

A relationship that has no label on it.. like a friendship but more than a friendship but not quite a relationship.

che tradotto significa:
Un rapporto che non ha etichetta .. come una amicizia, ma più di una amicizia ma non abbastanza per essere una relazione.


Se quindi uscendo con i vostri amici vi chiedono dell'altra persona con cui vi vedono spesso e abbozzate, con un po' di imbarazzo, una risposta del tipo: "Non stiamo insieme. Ci frequentiamo, usciamo ma non siamo amici" significa che state vivendo una situationship.
Anzi, se ancora non lo sapevate, …

Essere single ai tempi del coronavirus

Quando sei single, hai più di 30 anni e in più magari vivi anche in una grande città ti senti quasi una divinità.
Puoi uscire quando vuoi, frequentare chi vuoi e quando vuoi, dormire fino a tardi dopo una festa dove hai potuto alzare il gomito senza che nessuno al tuo fianco ti rimproverasse, permetterti il lusso di pranzare alle 3 del pomeriggio della domenica guardando per l’ennesima volta le repliche della tua serie tv preferita, decidere di rimanere a leggere tutto il giorno sul letto a poltrire oppure alzarti alle 7 della domenica mattina per andare a far sport.

Quando sei single ai tempi del coronavirus, invece, la solitudine aumenta esponenzialmente.
E dopo qualche giorno di isolamento forzato in casa arriva un pensiero di invidia per gli amici che in questo momento invece sono in coppia (fino a poco tempo fa magari sbeffeggiati "perché non sai quanto è bello essere liberi") e si fa strada il bisogno del conforto di una persona accanto.



In questi giorni infatti tutto …

Le migliori auto per single che vivono in città

Si è da poco concluso il Salone dell'Auto di Torino e noi di Vitadasingle.net c'eravamo.
Abbiamo ammirato i bolidi esposti, siamo saliti a bordo di auto sportive e berline di lusso e abbiamo anche fatto un salto nel futuro, rapiti da prototipi dalle linee avveniristiche.
Ma sopratutto ci siamo chiesti: qual è l'auto per i single? 

Potendo sognare, una qualsiasi di quelle esposte al Parco del Valentino!
Tornando alla realtà, la risposta alla domanda qual è l'auto preferita dai single è sicuramente la Smart.

In poco più di 2 metri e mezzo (2,69 per essere precisi), la Smart ForTwo offre ogni comfort ed è ideale per spostarsi in città: si parcheggia ovunque e con il cambio automatico, anche per il single di Milano muoversi nel traffico diventa meno snervante.
Poi ha due posti comodi e finiture di qualità... insomma, l'eventuale secondo passeggero a bordo, non avrà nulla di che lamentarsi.

I single che cercano invece una vettura tuttofare, adatta ai viaggi e al traspo…