Passa ai contenuti principali

Tinder Select per VIP

In principio c'erano le chat per fare nuovi incontri, oppure le agenzie matrimoniali. Poi è arrivato vitadasingle.net e, ancora dopo, sul web sono sbarcati i siti di dating on-line.

A questi si è poi aggiunto Facebook, che per diverso tempo molti single hanno utilizzato come sistema, un po' rudimentale in verità, per rimorchiare.

Da qualche tempo è diventato di moda l'utilizzo di app (in particolare Tinder, di cui abbiamo già parlato in alcuni post).
Ma vi siete mai chiesti qual è l'utente di Tinder?

Alcuni sostengono che sia single, giovane, con una buona dimestichezza con le nuove tecnologie.
Ma non è detto!

Le dimensioni del bacino di utenza (quasi 100 milioni di iscritti secondo le ultime stime) fanno dell'app lanciata 5 anni fa da un gruppo di sviluppatori americani un luogo virtuale molto eterogeneo, che raggruppa (e attira) profili di utenti di qualsiasi tipo.

Secondo alcune indiscrezioni (che bisognerebbe capire se sono state lanciate ad hoc, oppure se sono davvero degli insider trading...) tra alcuni degli utenti di Tinder ci sarebbero personaggi più o meno famosi.

Modelle, imprenditori, dirigenti d’azienda, attori eccetera rappresentano un target che i gestori del servizio vorrebbero curare in modo particolare, attraverso una versione "VIP" del servizio.

Vip


TINDER SELECT, DEDICATO A PERSONE DESIDERABILI
Si chiama Select ed è una edizione dell’app riservata a selezionatissimi iscritti, scelti da Tinder attraverso un meccanismo a inviti.

Un privé esclusivo
Da un punto di vista funzionale, Tinder Select non è una app nuova, ma solo un livello avanzato del servizio, riconoscibile da alcune differenze nel layout (una S su sfondo blu al posto della classica fiammella rossa) oltre che da una ristretta cerchia di utenti.
I VIP scelti da Tinder hanno facoltà di nominare altri utenti, ma questo privilegio non può essere trasferito a terzi: chi viene nominato, in pratica, non può a sua volta invitare altri.

Una volta all'interno di Select è possibile tornare all’app principale (e viceversa) in qualsiasi momento.

Entro, perché io valgo
A parte le battute da una vecchia pubblicità dell'Oréal, non si sa ancora con quali criteri Tinder stabilisca chi merita di accedere a Select e chi no.
Un fattore, secondo il noto sito TechCrunch, potrebbe essere il fantomatico Elo score, un algoritmo con cui Tinder classificherebbe gli utenti in base al grado di desiderabilità.
Non solo personaggi famosi, quindi, ma anche normali utenti con alto indice di gradimento.

Cosa guadagna Tinder attivando un servizio VIP?
I soliti invidiosi sospettano che sia un modo un po’ snob per distinguere gli utenti che contano dai "comuni mortali", mentre c'è chi invece sospetta (anche noi, in realtà) che sia solamente uno specchietto per allodole per creare curiosità e interesse su una futura edizione a pagamento.

Tanto per ribadire un concetto sempre valido, anche nel dating online: la qualità, prima o poi, si deve pagare.

POST PIÚ POPOLARI:

Le migliori domande da fare a uno speeddate

I nostri speeddate"6 Single x sei single" sono eventi per single durante i quali ogni partecipante ha 6 minuti di tempo per conoscere il single che gli si siede di fronte.
In un'unica serata si possono incontrare tante persone single, ma il tempo è (volutamente) limitato, proprio per spronare ogni partecipante a utilizzare nel migliore dei modi i minuti disponibili.

Cosa chiedere quindi per sfruttare al meglio il tempo a disposizione e catturare l'attenzione dell'interlocutore?



Attenzione: non è un'intervista! Quindi è difficile creare una scaletta delle migliori domande da fare a uno speeddate perché tutto dipenderà da come evolve la conversazione.

Per spezzare il ghiaccio, la prima domanda da fare è sicuramente il nome: può sembrare banale ma il nome è il nostro "bigliettino da visita" ed è ciò che attribuisce un'identità anche all'esterno.
Poi, come abbiamo detto, è un modo per avviare una conversazione, quindi anche solo rispondendo a una…

5 motivi per partecipare a una cena con sconosciuti

Ieri vi ha chiamato il vostro amico Marco: è single, Milano è la sua città ed è un assiduo frequentatore della Milano single.
Conosce i locali per single di Milano, partecipa a tutti gli eventi per single e ogni volta vi racconta di qualche nuova serata trascorsa in compagnia di altri amici single.

Anche ieri vi ha parlato di una cena cui andrà a breve. Sarà una sorta di "cena degli sconosciuti" dove i partecipanti non si conoscono e si incontrano per la prima volta proprio nel ristorante in cui si terrà l'evento.



Ma di cosa si tratta?

Le cene con sconosciuti sono un evento che con Vitadasingle organizziamo da anni.
I nostri eventi dinnerdate sono infatti appuntamenti a cena in cui i partecipanti hanno modo di conoscersi e socializzare.
Le location sono tra le migliori locali di Italia (tra questi troviamo anche il notissimo Twiga, locale di Flavio Briatore), in modo da dare la possibilità a tutti (single di Torino, single di Roma, single di Milano ecc...) di parteciparvi…

5 errori da evitare in uno speeddate

Come ormai saprete, da sempre siamo molto attenti a monitorare l'andamento dei nostri eventi: in più, il nostro staff raccoglie continuamente feedback e suggerimenti parlando qua e là con i partecipanti.
Abbiamo così sentito (e visto) fare alcuni errori imperdonabili durante le nostre serate speeddate in Italia che ormai potremmo quasi scrivere un libro.



Ma ce ne sono alcuni che, purtroppo, sono particolarmente gravi.
Ecco quindi gli errori da non fare mai:

1 - Non prestare alcuna attenzione al proprio look
Questo è uno degli errori che commettono più spesso gli uomini. Alcuni proprio non ci pensano, altri ci pensano ma... si danno già la risposta da soli, pensando fra sé e sé: "Io sono così, se piaccio bene, altrimenti ne cerchino un altro".

Ricordate sempre che la prima impressione è quella che conta, non curare il proprio abbigliamento prima di uno speed-date è un gravissimo errore.


2 - Andare alla serata speeddate con un amico (o un'amica)
Questo è un errore che …