Passa ai contenuti principali

Perchè è nata la Festa dei single, San Faustino

Papà, mamme, donne, innamorati: tutti avevano la loro festa e dall'inizio del nuovo millennio... c'è anche quella dei single.
"San Valentino? Meglio San Faustino" è infatti lo slogan che abbiamo lanciato nel 2001 per affermare che i single scelgono di festeggiare, replicando al martire Valentino (amico degli innamorati), il giorno successivo 15 febbraio.

Sorriso donna single


L'idea di una Festa dei single, accolta da subito con grande entusiasmo in Italia, ha visto nascere nel corso degli anni alcune varianti, che ne trascurano però i veri contenuti.
In questo post spieghiamo perchè è nata l'idea di promuovere una giornata dei single, direttamente con le parole del fondatore di Vita da Single.net:

"Dal 2000, fin dal lancio di Vita da single.net, il mio pensiero era creare una cultura single, dando impulso all'identità di chi vive da solo, per porre l'attenzione dei media su questo status."

Un progetto che ha anticipato i tempi, vista l'inarrestabile crescita in percentuale dei single che oggi, in alcune città, si avvicinano a superare il numero delle famiglie (secondo l'ultimo rapporto ISTAT le famiglie con una sola persona sono aumentate dal 20,5 al 31,6%).
Una rivoluzione sociale, oggi ormai in pieno atto, per una parte sempre più numerosa della nostra società.

"Dal 2000, fin dal lancio di Vita da single.net, il mio pensiero era creare una cultura single, dando impulso all'identità di chi vive da solo, per porre l'attenzione dei media su questo status." Marco Luca Greppi


"Per sostenere l'argomento single in questi anni abbiamo proposto eventi con scrittori e cabarettisti, partecipato ad anteprime di film e presentato libri sull'argomento, intervistato vip, personaggi dello spettacolo, della musica e della cultura sul tema adozioni single e, in particolare, organizzato eventi per single e vacanze.
L'obiettivo del mio impegno infatti era anche fare in modo che la parola single non significhi essere soli.

Il modo migliore era quindi favorire la socializzazione; in questi anni siamo riusciti a far incontrare quasi 90mila persone single, uomini e donne, in molte regioni in Italia: ci siamo confrontati con molti di loro, raccogliendo insieme allo staff pensieri, timori, proposte e suggerimenti.

Il quadro che ne abbiamo tratto (in particolare negli ultimi 2-3 anni) fa riflettere: una società che, complice la tecnologia sempre più dilagante, favorisce sempre più una comunicazione virtuale e asincrona ma dove, per paradosso, le persone comunicano con sempre meno intimità e empatia.
In qualche caso questo fenomeno può portare ad un imprevisto isolamento sociale, quando avviene la disgregazione della propria rete di amicizie reali (ad esempio per alcuni dei cosiddetti "single di ritorno")."

L'AMORE, SEMPRE
Ovviamente la ricorrenza di San Faustino non è nata per essere contrari all'Amore o alle coppie, anzi...: chi è single sente il desiderio di conoscere persone nuove, di socializzare, per allargare la propria rete sociale.
Per questo motivo gli eventi organizzati in occasione di San Faustino sono, per chi è single, un'opportunità per conoscere tante altre persone che condividono lo stesso status. E se poi, tra i partecipanti, per caso sboccia anche l'Amore...

"A San Faustino ci occupiamo dei single che trascorreranno San Valentino da soli, dedicando loro il giorno successivo.
Non dimentichiamo che ancora oggi un single in Italia fa molta fatica ad adottare un bambino (i casi della single Annalisa Dessalvi che adotta una bambina e la battaglia per l'adozione da parte di Dalila Di Lazzaro furono emblematici) e i single sono, in proporzione, più tassati rispetto a chi vive in famiglie numerose.

Il cammino con Vita da single.net è, quindi, ancora lungo: nuovi impegni per il sociale dei single ci attendono, per un maggior riconoscimento delle famiglie unipersonali."

POST PIÚ POPOLARI:

5 motivi per partecipare a una cena con sconosciuti

Ieri vi ha chiamato il vostro amico Marco: è single, Milano è la sua città ed è un assiduo frequentatore della Milano single.
Conosce i locali per single di Milano, partecipa a tutti gli eventi per single e ogni volta vi racconta di qualche nuova serata trascorsa in compagnia di altri amici single.

Anche ieri vi ha parlato di una cena cui andrà a breve. Sarà una sorta di "cena degli sconosciuti" dove i partecipanti non si conoscono e si incontrano per la prima volta proprio nel ristorante in cui si terrà l'evento.



Ma di cosa si tratta?

Le cene con sconosciuti sono un evento che con Vitadasingle organizziamo da anni.
I nostri eventi dinnerdate sono infatti appuntamenti a cena in cui i partecipanti hanno modo di conoscersi e socializzare.
Le location sono tra le migliori locali di Italia (tra questi troviamo anche il notissimo Twiga, locale di Flavio Briatore), in modo da dare la possibilità a tutti (single di Torino, single di Roma, single di Milano ecc...) di parteciparvi…

Situationship, neologismo per descrivere i rapporti incerti

Situationship.
Ne avete già sentito parlare?

È un nuovo termine inglese comparso sulla rivista Cosmopolitan in un articolo di Carina Hsieh in riferimento ai casi in cui non ci si trova in una relazione, ma al tempo stesso non si sta uscendo con qualcun altro.
Si sta bene insieme, c’è armonia, sembrerebbe quasi essere in coppia, ma manca ancora qualcosa.
Al proposito, Urban Dictionary alla voce situationship riporta:

A relationship that has no label on it.. like a friendship but more than a friendship but not quite a relationship.

che tradotto significa:
Un rapporto che non ha etichetta .. come una amicizia, ma più di una amicizia ma non abbastanza per essere una relazione.


Se quindi uscendo con i vostri amici vi chiedono dell'altra persona con cui vi vedono spesso e abbozzate, con un po' di imbarazzo, una risposta del tipo: "Non stiamo insieme. Ci frequentiamo, usciamo ma non siamo amici" significa che state vivendo una situationship.
Anzi, se ancora non lo sapevate, …

Le migliori domande da fare a uno speeddate

I nostri speeddate"6 Single x sei single" sono eventi per single durante i quali ogni partecipante ha 6 minuti di tempo per conoscere il single che gli si siede di fronte.
In un'unica serata si possono incontrare tante persone single, ma il tempo è (volutamente) limitato, proprio per spronare ogni partecipante a utilizzare nel migliore dei modi i minuti disponibili.

Cosa chiedere quindi per sfruttare al meglio il tempo a disposizione e catturare l'attenzione dell'interlocutore?



Attenzione: non è un'intervista! Quindi è difficile creare una scaletta delle migliori domande da fare a uno speeddate perché tutto dipenderà da come evolve la conversazione.

Per spezzare il ghiaccio, la prima domanda da fare è sicuramente il nome: può sembrare banale ma il nome è il nostro "bigliettino da visita" ed è ciò che attribuisce un'identità anche all'esterno.
Poi, come abbiamo detto, è un modo per avviare una conversazione, quindi anche solo rispondendo a una…