Passa ai contenuti principali

Apple, relazioni umane e realtà aumentata

La tecnologia avanza a grandi passi e con essa, nel tempo, sono cambiate le modalità di relazione: per comunicare si è passati dallo scrivere una lettera, al telefonare, all'inviare sms alle chat.
Da qualche tempo siamo arrivati a WhatsApp, Telegram ecc... ed alle videoconferenze con Skype.
Il CEO di Apple Tim Cook in diverse occasioni ha espresso il suo pensiero riguardo
ai contatti umani ed alla realtà aumentata, facendo intendere che Apple potrebbe essere al lavoro su questo tema dietro le quinte.
In una recente intervista Cook ha parlato dell' approccio di Apple alla realtà aumentata, che "dovrebbe incoraggiare, e non rimpiazzare, i contatti umani".

Augmented reality

"La realtà aumentata ci impiegherà un po' di tempo per funzionare", ha detto Cook "ma penso che sia una cosa profonda, in quanto potremo avere una conversazione più produttiva".
Ha poi aggiunto: "vogliamo che la tecnologia amplifichi e non sia una barriera".

Secondo il CEO di Apple non c'è sostituto per le interazioni umane, una frase che ulteriormente porta a credere che Apple stia esplorando le esperienze di realtà aumentata rispetto alle esperienze realtà virtuale.

Per Tim Cook infatti la realtà virtuale avrebbe alcune applicazioni interessanti, ma non pensa che sia "una tecnologia ad ampio spettro come la realtà aumentata".

Secondo alcuni rumors, l'azienda californiana avrebbe un team di ricerca al lavoro su realtà aumentata e realtà virtuale, all'esplorazione del settore per capire come utilizzare la realtà aumentata e la realtà virtuale in un prossimo futuro.
Anche se con qualche dubbio in proposito (come sapete siamo sempre dei fan delle relazioni sociali vis-a-vis...) siamo curiosi di vedere in futuro questi prodotti e come saranno in grado di migliorare relazioni e contatti umani e, secondo le parole di Tim Cook, di  "amplificarli".
 

POST PIÚ POPOLARI:

Le migliori domande da fare a uno speeddate

I nostri speeddate"6 Single x sei single" sono eventi per single durante i quali ogni partecipante ha 6 minuti di tempo per conoscere il single che gli si siede di fronte.
In un'unica serata si possono incontrare tante persone single, ma il tempo è (volutamente) limitato, proprio per spronare ogni partecipante a utilizzare nel migliore dei modi i minuti disponibili.

Cosa chiedere quindi per sfruttare al meglio il tempo a disposizione e catturare l'attenzione dell'interlocutore?



Attenzione: non è un'intervista! Quindi è difficile creare una scaletta delle migliori domande da fare a uno speeddate perché tutto dipenderà da come evolve la conversazione.

Per spezzare il ghiaccio, la prima domanda da fare è sicuramente il nome: può sembrare banale ma il nome è il nostro "bigliettino da visita" ed è ciò che attribuisce un'identità anche all'esterno.
Poi, come abbiamo detto, è un modo per avviare una conversazione, quindi anche solo rispondendo a una…

5 errori da evitare in uno speeddate

Come ormai saprete, da sempre siamo molto attenti a monitorare l'andamento dei nostri eventi: in più, il nostro staff raccoglie continuamente feedback e suggerimenti parlando qua e là con i partecipanti.
Abbiamo così sentito (e visto) fare alcuni errori imperdonabili durante le nostre serate speeddate in Italia che ormai potremmo quasi scrivere un libro.



Ma ce ne sono alcuni che, purtroppo, sono particolarmente gravi.
Ecco quindi gli errori da non fare mai:

1 - Non prestare alcuna attenzione al proprio look
Questo è uno degli errori che commettono più spesso gli uomini. Alcuni proprio non ci pensano, altri ci pensano ma... si danno già la risposta da soli, pensando fra sé e sé: "Io sono così, se piaccio bene, altrimenti ne cerchino un altro".

Ricordate sempre che la prima impressione è quella che conta, non curare il proprio abbigliamento prima di uno speed-date è un gravissimo errore.


2 - Andare alla serata speeddate con un amico (o un'amica)
Questo è un errore che …

5 motivi per partecipare a una cena con sconosciuti

Ieri vi ha chiamato il vostro amico Marco: è single, Milano è la sua città ed è un assiduo frequentatore della Milano single.
Conosce i locali per single di Milano, partecipa a tutti gli eventi per single e ogni volta vi racconta di qualche nuova serata trascorsa in compagnia di altri amici single.

Anche ieri vi ha parlato di una cena cui andrà a breve. Sarà una sorta di "cena degli sconosciuti" dove i partecipanti non si conoscono e si incontrano per la prima volta proprio nel ristorante in cui si terrà l'evento.



Ma di cosa si tratta?

Le cene con sconosciuti sono un evento che con Vitadasingle organizziamo da anni.
I nostri eventi dinnerdate sono infatti appuntamenti a cena in cui i partecipanti hanno modo di conoscersi e socializzare.
Le location sono tra le migliori locali di Italia (tra questi troviamo anche il notissimo Twiga, locale di Flavio Briatore), in modo da dare la possibilità a tutti (single di Torino, single di Roma, single di Milano ecc...) di parteciparvi…