Passa ai contenuti principali

Tinder introduce Boost per aumentare le possibilità di incontro

Far incontrare nuove persone online, questa è l'idea con cui era nata l'app Tinder.
Stiamo quindi parlando, in un certo senso, di una versione speculare rispetto a ciò che rappresenta Vitadasingle.net e gli eventi per single in genere.
Per gli amanti degli incontri online (e di Facebook) Tinder proponeva infatti un modo semplice per conoscere persone vicine, facendole poi eventualmente incontrare offline, nel mondo reale.
Nessuno staff, nessuna selezione delle persone... semplicemente un "SI" o un "NO", quasi una mega vetrina di esseri umaniin esposizione.

Dating online con Tinder


L'algoritmo di selezione dei profili Tinder era automatico, ma da qualche giorno è disponibile una nuova opzione (chiamata "Boost") che consente ad un utente di rendere il suo profilo più visibile rispetto a quello degli altri per 30 minuti ed avere quindi più possibilità di essere selezionato per un eventuale incontro.
Questa funzionalità (a pagamento) permetterà di avere più visualizzazioni e più possibilità di incontri e, secondo Tinder, aumenterebbe le probabilità di un si-match fino a 10 volte.
L’aggiornamento è attualmente in test in Australia e dovrebbe arrivare poi nel resto del mondo se i risultati saranno positivi.

Ma è davvero un modo per rendere davvero più efficace un profilo o, più semplicemente, una astuta mossa commerciale?
C’è infatti un dubbio di fondo: cosa succederebbe se tutti decidessero di pagare per guadagnarsi la prima posizione? Lo sa bene Google, che con AdWords ha letteralmente costruito la propria fortuna!
Indiscrezioni confermerebbero però che "Boost" avrà un costo piuttosto elevato per scoraggiarne l'uso da parte di troppi utenti e che chi possiede già un abbonamento avrà in regalo un solo Boost a settimana.
Insomma, un modo per risparmiare tempo (ottimizzarlo, in realtà) pagando per assicurarsi che il proprio profilo sia più facilmente ‘trovabile’, perché posizionato nella parte superiore dello schermo degli smartphone altrui.
Chissà se davvero i single saranno pronti a pagare per avere più visibilità nel mondo virtuale di Facebook/Tinder...


POST PIU' POPOLARI:

Super Like: ecco perchè non funziona

Da un po' di tempo nel panorama di siti dedicati ai single in Italia c'è un grande affannarsi a farsi notare per emergere dal gruppo.
I tentativi sono i più disparati: da fiocchi colorati sul carrello della spesa a cene per single dove i partecipanti non trovano nessuno a gestire l'evento, fino ad arrivare a foto di gruppi di single in vacanza dove, come specchietto per allodole, vengono coinvolti anche ignari passanti per fare numero e far sembrare il gruppo di single più grande.
Tutto sembrerebbe far brodo, insomma.

La app di incontri Tinder in confronto con gli eventi per single è invece diventata famosa (soprattutto negli Stati Uniti) anche perchè le ragazze che lo utilizzano sono state etichettate “tinderslut”, a indicare il fatto che sono molto facili.
Ora, dopo che Tinder già tempo fa aveva lanciato il suo Super Like, nei giorni scorsi alcuni "geni" italici hanno pensato di adottarlo anche negli eventi per single.



Analizziamo l'idea, spiegando innanzit…

Arrivano i nuovi single: quanto sei Sneet?

Secondo gli ultimi dati Istat, in Italia le famiglie composte da una sola persona continuano ad aumentare e ora il numero dei single ha raggiunto quasi i 12 milioni. Milano è la capitale dei single e continuano a nascere iniziative per chi vive solo: eventi per single, porzioni per single, cene degli sconosciuti ecc...
In ogni città si organizzano speed date, Art Dating e altri appuntamenti per favorire l'incontro tra single e creare occasioni per conoscere nuove persone.


Eppure non tutti i single sono interessati a creare nuove relazioni, affettive o sentimentali che siano.
Anzi, si sta diffondendo una nuova tipologia di single che è già stata battezzata con il termine Sneet.

Sneet è l'acronimo di Single Not in Engagement, in Expecting, ovvero persone che vivono da sole e che non sono fidanzate, non sono alla ricerca di un partner e non hanno neppure flirt in corso.
In pratica hanno smesso di cercare l'anima gemella e, a relazioni precarie o mezze ammaccate, preferiscono g…

6 motivi per cui dopo i 40 anni è importante avere amici

Di tutte le cose che la saggezza procura per ottenere un'esistenza felice, la più grande è l'amicizia. Epicuro
Se già Epicuro, vissuto tra il III e IV secolo a.C., parlava in questo modo dell'amicizia, un motivo ci sarà!
Gli amici sono un bene prezioso che spesso ci salva nei momenti più bui.
Apprezzare i vantaggi delle propria vita da single e imparare a stare bene con sé stessi e anche con gli altri può richiedere del tempo e ci sono delle fasi della vita in cui un legame di amicizia può aiutare a superare periodi più difficili.

Le famose telefonate all'amica (o dell'amica) alle 4 di notte, quando si è in crisi e si cerca di superare una storia finita non sono leggende metropolitane!
Gli amici veri sono proprio quelli che stanno vicini in questi momenti.



Ma gli amici non servono solo nei momenti bui, sono anche le persone con cui condividere il tempo libero, le uscite e le ore più divertenti della nostra vita da single.
Lo si può fare con gli amici che si frequen…