Passa ai contenuti principali

5 errori nella comunicazione tra uomini e donne

Difficoltà di comunicazione tra uomini e donne single

La comunicazione tra uomini e donne single non è sempre facile...ormai è radicato in ognuno di noi il preconcetto che il mondo maschile e quello femminile provengano da due pianeti diversi.

In realtà non si tratta solo di luoghi comuni.
Ne avevamo già parlato nella recensione del libro "I maschi son così" di Maria Rita Parsi: ci sono radicamenti culturali che condizionano l'educazione di ognuno di noi. 
Tanti di questi stereotipi sono legati alla nostra appartenenza sessuale e differiscono da uomo a donna.

La nostra educazione, poi, incide sui nostri comportamenti e sui modi di ragionare: è quindi inevitabile che tra i due sessi si possano creare delle incomprensioni. Senza contare che puntualmente studi e ricerche dimostrano, con teoremi più o meno scientifici, le differenze tra il funzionamento del ragionamento maschile e quello femminile.

Fatte tutte queste premesse, rimane una sola domanda: come si può migliorare la comunicazione con l'altro sesso?
Seguendo alcuni piccoli consigli, sì!

Abbiamo preparato una lista utile per noi single: i 5 errori da evitare nella comunicazione uomo-donna.

1 - Immedesimarsi nelle esigenze dell'altro

Uomini e donne hanno priorità diverse e non esiste un parametro di giudizio che determini chi dei due abbia ragione. Anzi: non esiste una ragione. Ogni persona ha le proprie esigenze e riuscire a realizzarle è un modo per imparare a star bene con sé stessi.

Facciamo un esempio. Il fatto che la nostra esigenza primaria sia realizzarsi nel lavoro, non significa che sia così per tutti. Ci sono persone che piuttosto di investire nella carriera, preferiscono concentrarsi su altri aspetti della vita, come ad esempio un hobby.

Dobbiamo accettare il fatto che noi single siamo tutti diversi e non sempre riusciamo a immedesimarci nei bisogni dell'altro.
Questa considerazione è ancora più valida se parliamo di uomini e donne dove, lo abbiamo visto prima, esistono influenze culturali che si riflettono anche sulle priorità del singolo.

Gli altri non ragionano come noi

2 - Fermarsi alla comunicazione verbale

Proprio perché non abbiamo la sfera di cristallo e neppure la capacità di leggere le esigenze di chi ci sta vicino, per comprendere davvero l'altro sesso, dobbiamo andare oltre la semplice comunicazione verbale.

Dobbiamo imparare a interpretare anche i piccoli gesti, la postura, il tono della voce.
Gli esperti della comunicazione non verbale ci direbbero di prestare attenzione alla posizione della braccia/gambe: se incrociate è segno di chiusura.
Insomma, se la persona che avete davanti vi dice (a parole) di essere completamente a suo agio e nel frattempo tiene le braccia conserte è molto probabile che non sia così. Il suo linguaggio non verbale evidenzia, infatti, chiari segni di disagio.

Ci sono poi i luoghi comuni (che tanto piacciono agli uomini) secondo cui se una donna single dice "sì", in realtà è un "no"; se dice "no", in realtà è un "forse" e se dice "forse"... è un grande enigma!
Ecco, uomini single, questo è il classico esempio in cui l'interpretazione della comunicazione non verbale potrebbe esservi di aiuto. Per capire cosa una donna vorrebbe veramente, provate ad andare oltre le sue parole. Oppure, nel dubbio, fate domande più dirette.

3 - Aspettarsi che l'altro ragioni come noi

Ognuno di noi è il risultato di esperienze diverse che ne hanno condizionato il carattere e anche il modo di affrontare la vita.
Non bisogna essere degli psicologi per capire che una persona cresciuta in un ambiente familiare protettivo e sano avrà paure e comportamenti diversi rispetto a chi ha avuto genitori assenti e problematici.

Questo è il motivo per cui non possiamo pensare che chi abbiamo di fronte ragioni come noi.
Conoscere un'altra persona significa ascoltarla e imparare a conoscerla giorno dopo giorno.
Bisogna avere la pazienza e la voglia di comprendere l'altro, senza giudicarne a priori i comportamenti e senza pretendere che si comporti esattamente come faremmo noi nella stessa situazione.

4 - Per le donne: pensare che gli uomini ci possano leggere nel pensiero

Un brutto vizio delle donne single è quello di pensare che gli uomini possano leggere nei loro pensieri, come potrebbe magari capitare con l'amica storica.
Ma vale il discorso che abbiamo fatto prima: tra donne (e tra uomini) è più facile comprendersi proprio perché il modo di ragionare è più simile.
Tra uomini e donne, il discorso si complica.

Quindi, single donne, abbandonate l'utopia che i maschi possano interpretare ogni vostra piccola espressione e i non detti. O meglio: la possono interpretare ma è facile che la loro interpretazione sia l'opposto della vostra.
La soluzione? Imparare a esplicitare i propri pensieri, esponendo chiaramente ciò che si vuole e ciò che si desidera.

Comunicazione tra uomini e donne single

5 - Per gli uomini: pensare che le priorità delle donne siano uguali alle nostre

Per par condicio ora prendiamo anche le difese delle single donne.
Rivolgiamoci allora ai single uomini per comunicare loro grande verità: le priorità delle donne sono diverse dalle vostre!

Può sembrare impossibile che, prima di concludere una serata a casa vostra, una donna preferisca una cena romantica, fatta di tante parole e lunghe attese prima di arrivare al post serata. Per voi, può trattarsi solo di inutili convenevoli, per le donne single sono momenti essenziali per rendere l'atmosfera più magica.


Comprendere a fondo l'altro non è semplice, lo sappiamo. Ma aggiungiamo anche: per fortuna!
Se tutti fossero come ci aspettiamo che siano, sarebbe tutto troppo prevedibile e noioso.
Evitare di commettere gli errori che abbiamo appena elencato è, però, un ottimo inizio per imparare a rispettare l'altro e appianare le differenze tra single uomini e single donne.

Volete approfondire queste tecniche con l'aiuto di un professionista della comunicazione?
Abbiamo organizzato per voi un interessante weekend,  il 30 e 31 luglio a Riccione: un workshop di comunicazione uomo e donna per imparerare a relazionarsi al meglio con l'altro sesso.
Dopo non resterà che mettere in pratica quanto appreso, magari durante una vacanza per single o uno dei nostri speeddate!

POST PIU' POPOLARI:

Super Like: ecco perchè non funziona

Da un po' di tempo nel panorama di siti dedicati ai single in Italia c'è un grande affannarsi a farsi notare per emergere dal gruppo.
I tentativi sono i più disparati: da fiocchi colorati sul carrello della spesa a cene per single dove i partecipanti non trovano nessuno a gestire l'evento, fino ad arrivare a foto di gruppi di single in vacanza dove, come specchietto per allodole, vengono coinvolti anche ignari passanti per fare numero e far sembrare il gruppo di single più grande.
Tutto sembrerebbe far brodo, insomma.

La app di incontri Tinder in confronto con gli eventi per single è invece diventata famosa (soprattutto negli Stati Uniti) anche perchè le ragazze che lo utilizzano sono state etichettate “tinderslut”, a indicare il fatto che sono molto facili.
Ora, dopo che Tinder già tempo fa aveva lanciato il suo Super Like, nei giorni scorsi alcuni "geni" italici hanno pensato di adottarlo anche negli eventi per single.



Analizziamo l'idea, spiegando innanzit…

Arrivano i nuovi single: quanto sei Sneet?

Secondo gli ultimi dati Istat, in Italia le famiglie composte da una sola persona continuano ad aumentare e ora il numero dei single ha raggiunto quasi i 12 milioni. Milano è la capitale dei single e continuano a nascere iniziative per chi vive solo: eventi per single, porzioni per single, cene degli sconosciuti ecc...
In ogni città si organizzano speed date, Art Dating e altri appuntamenti per favorire l'incontro tra single e creare occasioni per conoscere nuove persone.


Eppure non tutti i single sono interessati a creare nuove relazioni, affettive o sentimentali che siano.
Anzi, si sta diffondendo una nuova tipologia di single che è già stata battezzata con il termine Sneet.

Sneet è l'acronimo di Single Not in Engagement, in Expecting, ovvero persone che vivono da sole e che non sono fidanzate, non sono alla ricerca di un partner e non hanno neppure flirt in corso.
In pratica hanno smesso di cercare l'anima gemella e, a relazioni precarie o mezze ammaccate, preferiscono g…

6 motivi per cui dopo i 40 anni è importante avere amici

Di tutte le cose che la saggezza procura per ottenere un'esistenza felice, la più grande è l'amicizia. Epicuro
Se già Epicuro, vissuto tra il III e IV secolo a.C., parlava in questo modo dell'amicizia, un motivo ci sarà!
Gli amici sono un bene prezioso che spesso ci salva nei momenti più bui.
Apprezzare i vantaggi delle propria vita da single e imparare a stare bene con sé stessi e anche con gli altri può richiedere del tempo e ci sono delle fasi della vita in cui un legame di amicizia può aiutare a superare periodi più difficili.

Le famose telefonate all'amica (o dell'amica) alle 4 di notte, quando si è in crisi e si cerca di superare una storia finita non sono leggende metropolitane!
Gli amici veri sono proprio quelli che stanno vicini in questi momenti.



Ma gli amici non servono solo nei momenti bui, sono anche le persone con cui condividere il tempo libero, le uscite e le ore più divertenti della nostra vita da single.
Lo si può fare con gli amici che si frequen…