Passa ai contenuti principali

5 cose da fare per dimenticare una storia finita

Abbiamo trascorso l'ultimo periodo della nostra vita a litigare per qualsiasi cosa, anche per decidere chi dovesse cambiare l'acqua al pesce rosso.
Poi, dopo estenuanti chiacchierate con amici e riflessioni varie, abbiamo finalmente trovato il coraggio di porre fine a una relazione che ci faceva soffrire.
Ora siamo single: viviamo da soli, abbiamo riacquistato la nostra libertà e stiamo piano piano apprezzando i vantaggi della vita da single.

Eppure, ogni tanto, anche solo cambiare l'acqua al pesce rosso ci fa sprofondare di nuovo in un turbinio di pensieri. Malinconia e tristezza sono sempre in agguato: a volte si mescolano con la rabbia, altre con la delusione, altre ancora (e questi sono i momenti peggiori) con i ripensamenti.

Come dimenticare una storia finita


Basta: single dal cuore infranto, è ora di reagire!

Ci dicono sempre che tanto prima o poi succede a tutti di soffrire per amore e che comunque è solo questione di tempo.
Sappiamo che è così eppure, quando capita a noi, sembra che il tempo dell'elaborazione del lutto (ovvero l'uscita di scena dell'ex) non passi mai.

E allora è giunto il momento di velocizzare il processo, per tornare presto a stare bene con noi stessi e con gli altri.

Ecco quindi 5 cose da fare per dimenticare una storia finita:

1 - Curare i propri hobby

La comunicazione uomo-donna è sempre complicata e, per mantenere salda una relazione, si deve scendere a compromessi.
Però a volte capita che il confine tra compromessi costruttivi e rinunce distruttive sia labile. Si finisce così per tralasciare interessi e passioni. 
Di solito è un allontanamento graduale: magari si riducono le ore dedicate al tennis per trascorrere più tempo possibile con il partner o per non litigare con lui/lei a causa delle nostre troppe assenze. Poi, piano piano, gli allenamenti vengono eliminati del tutto dal nostro calendario e, senza neanche accorgercene, smettiamo completamente di giocare al nostro sport preferito.

Ora bisogna fare l'esatto contrario: dobbiamo tornare a ritagliarci del tempo per i nostri hobby, recuperare quelli che abbiamo abbandonato o iniziarne di nuovi.
Ci serve per rilassarci ma anche per recuperare la nostra identità e capire cosa ci fa star bene.

2 - Iscriversi a un corso o in palestra...

Per dimenticare una storia finita bisogna lavorare su due fronti: quello interiore, che consiste nel prenderci cura di noi e fare cose che ci rendano felici e quello relazionale.
Dobbiamo, cioè, creare condizioni per fare nuove amicizieconoscere nuove persone single con cui iniziare ad uscire ed esplorare mondi nuovi.

Iscriversi a un corso, in palestra, al seminario di meditazione o a quello sui numeri primi sono tutti modi per curare entrambi gli aspetti: facciamo qualcosa che ci piace e ci distrae e, al tempo stesso, abbiamo l'occasione per fare nuove conoscenze. 
Inoltre è facile che si tratti di persone che hanno interessi simili ai nostri e questo può essere un ottimo primo elemento di unione!

Iscriversi in palestra per dimenticare una storia finita


3 - Partecipare a cene o eventi per single

Dobbiamo immaginare ogni punto che stiamo trattando come un gradino all'interno di una piramide: ogni step ci porta a un livello successivo.
Abbiamo quindi imparato a prenderci cura di noi stessi, dedicandoci a hobby personali. Abbiamo, poi, unito questo aspetto alla possibilità di conoscere nuove persone con interessi simili ai nostri e adesso che riusciamo a stare bene con noi stessi, siamo pronti a compiere il passo successivo: conoscere nuovi single.

Come fare?
Partecipando agli eventi per single della nostra città.
Qui avremo modo di trascorrere ore piacevoli in compagnia di altre persone single. Le occasioni sono diverse: l'inaugurazione di una mostra, una cena per single, un aperitivo o anche un motoraduno, solo per fare qualche esempio. La scelta è ampia quindi possiamo cercare l'evento che più si avvicina ai nostri interessi, in modo da sentirci a nostro agio e pronti a confrontarci con altre persone.

4 - Iscriversi a uno speeddate

Ora è giunto il momento di abbandonare timidezza o remore varie e sperimentare situazioni nuove, concentrandoci sugli aspetti più ludici.
Un ottimo modo per "rompere il ghiaccio" è partecipare a uno speeddate.
Si tratta di divertenti serate in cui uomini e donne single hanno l'occasione di conoscersi.
Per rendere l'incontro più interessante, si ha a disposizione poco tempo: ad esempio, nel nostro "6 Single x sei Single" ci sono solo 6 minuti per conquistare un altro partecipante. Scaduto il tempo, si prosegue con la conoscenza di un'altra persona. Al termine della serata ogni partecipante potrà manifestare una preferenza e, se la persona prescelta ricambia l'interesse, i due single verranno messi in contatto (lo staff Vitadasingle consegnerà loro i rispettivi indirizzi e-mail).

Gli speed-date sono un modo divertente per trascorrere una serata diversa dal solito e per mettersi in gioco, superando l'imbarazzo e le paure che a volte ci bloccano, soprattutto dopo aver sofferto per una storia finita.

5 - Partecipare a una vacanza o weekend per single

Ed eccoci quindi all'ultimo step: partire da soli per una vacanza con un gruppo di single.
Abbiamo mille motivi per regalarci una vacanza o un weekend per single.
Intanto perché abbiamo bisogno di riposo e di staccare dalla routine quotidiana.
Poi perchè vogliamo fare un'esperienza da soli e, al tempo stesso, condividere un viaggio con altri single nostri coetanei.
Il nostro obiettivo è quello di divertirci e conoscere nuove persone, con cui magari instaurare un rapporto di amicizia e forse qualcosa di più.
Una vacanza per single è quindi la soluzione ideale per esaudire questi nostri desideri.

Abbiamo detto che partire per una vacanza o un fine settimane con un gruppo di single è l'ultimo step. In realtà, è una sorta di step "jolly", da usare all'occorrenza.
Un viaggio per single può essere un'ottima terapia per superare più facilmente e in tempi brevi la fine di una storia. Ma non sempre le relazioni finiscono in corrispondenza delle nostre ferie.

In ogni caso partire per una vacanza per single non può che farci bene e, una volta rientrati a casa, avremo tutto l'anno per mettere in pratica gli altri modi per dimenticare una storia finita!

POST PIÚ POPOLARI:

Algoritmo di Tinder: come l'app sceglie chi può vedere il tuo profilo (e cosa fare al riguardo)

  ALGORITMI, STORIE ED ESPERIENZE D'USO SU TINDER L'algoritmo dei match (corrispondenza reciproca) di Tinder e il punteggio (precedentemente chiamato ELO, o desiderabilità) che viene assegnato all'utente in base a una serie di fattori, determinano il profilo di chi ti verrà mostrato e, anche, a chi verrà mostrato il tuo profilo (e quanto in primo piano). E questo influirà moltissimo con chi hai anche la possibilità di fare il "match". A marzo 2019 Tinder aveva annunciato una modifica all'algoritmo di ranking (il modo in cui determina l'attrattività dei suoi utenti per abbinarli a persone di un grado simile di bellezza, ops desiderabilità). Ora non viene più usato più il sistema ELO in quanto tale, ma applicano ancora alcune regole, che per gli utenti possono essere di beneficio ma anche molto dannose. Se sei curioso di sapere come funzionano le cose e non rischiare di perdere tempo sull'app senza ottenere risultati, continua a leggere. La correlazione

L'anello dei single

L'ANELLO DEI SINGLE E' ufficiale: Singelringen l'anello dei single è entrato a far parte del nostro mondo, stringendo una collaborazione con Singelringen . Si indossa sulla mano opposta rispetto alla fede nuziale ed in effetti il suo significato è simile a quello dell’anello simbolo del matrimonio. Simile, ma in qualche modo contrario.. Singelringen è portato sul dito anulare ma molti preferiscono indossarlo su altre dita o portato al collo infilato in una collana. Sbarca anche in Italia la ‘fede’ dei single, che già sta spopolando in diversi paesi europei, dalla nordica Svezia dove è nata, fino alla mediterranea Spagna. Se i fidanzati mostrano al mondo il loro status con l’anello di brillanti, chi ha moglie o marito ostenta la fede – hanno pensato gli ideatori -, perché chi è single non deve portare al dito il simbolo del suo essere sentimentalmente disimpegnato? Allora ecco che arriva l’anello, che da simbolo di fedeltà diventa simbolo di felicità e al tempo stesso di ‘

6 motivi per cui dopo i 40 anni è importante avere amici

Di tutte le cose che la saggezza procura per ottenere un'esistenza felice, la più grande è l'amicizia.  Epicuro Se già Epicuro, vissuto tra il III e IV secolo a.C., parlava in questo modo dell'amicizia, un motivo ci sarà! Gli amici sono un bene prezioso che spesso ci salva nei momenti più bui. Apprezzare i vantaggi delle propria vita da single e imparare a stare bene con sé stessi e anche con gli altri può richiedere del tempo e ci sono delle fasi della vita in cui un legame di amicizia può aiutare a superare periodi più difficili. Le famose telefonate all'amica (o dell'amica) alle 4 di notte, quando si è in crisi e si cerca di superare una storia finita non sono leggende metropolitane! Gli amici veri sono proprio quelli che stanno vicini in questi momenti. Ma gli amici non servono solo nei momenti bui, sono anche le persone con cui condividere il tempo libero , le uscite e le ore più divertenti della nostra vita da single. Lo si può fare con gli am

5 motivi per cui sei single dopo i 40 anni

È arrivata la fatidica tappa dei 40 anni e si sta ancora vivendo lo status di single? Ecco quali sono i cinque motivi principali: Primo motivo: sei una persona che non vuole scendere a compromessi Questo è uno dei motivi più probabili. Stare in coppia o, ancora di più, vivere una convivenza o sposarsi significa rinunciare a un po' della propria libertà a favore della libertà del partner.  Diversi quarantenni (e anche cinquantenni, in verità) di oggi non sono molto disponibili a scendere a  compromessi e quindi, per forza di cose, si ritrovano ad essere single.  Secondo motivo: preferisci vivere una vita libera Molto spesso la parola single è associata alla parola libertà: libertà di muoversi, di decidere, di fare e, più genericamente, di vivere la propria vita come si preferisce. Anche dal punto di vista sessuale e delle relazioni si può decidere di evitare di legarsi definitivamente e, passati i 40 anni, questo può portare a ritrovarsi soli. Terzo motivo: t i sei

7 errori da evitare durante un approccio

Oggi vogliamo parlare dei 7 errori più frequenti che i single (soprattutto gli uomini) commettono quando si va ad approcciare una persona. Elenchiamo gli errori in ordine cronologico , in modo che la sequenza temporale sia perfettamente chiara. Va quindi considerata una guida passo passo, con gli errori da non fare man mano che si approfondisce la conoscenza. SETTE ERRORI DA EVITARE DURANTE UN APPROCCIO: 1 - Avvicinarsi senza farsi vedere L'approccio da dietro è una delle modalità meno gradite. Comunica insicurezza e anche un pizzico di vigliaccheria: tutti noi infatti ci sentiamo più vulnerabili quando sentiamo qualcuno/qualcosa alle spalle che non riusciamo a vedere. Uno studio di psicologia comportamentale aveva determinato che le persone che al ristorante si siedono con gli altri tavoli/avventori alle spalle hanno un battito cardiaco più accelerato rispetto alla persona che nel loro stesso tavolo è seduta di fronte, ma con le spalle al muro. 2 - Essere titubanti Il più freq