Passa ai contenuti principali

Supermercati per single tra leggende e verità

Sono passati 16 anni dal lancio di Vitadasingle.net eppure ancora oggi c'è chi sostiene che il supermercato è un luogo perfetto per incontrare l'anima gemella.
Forse perché incontri di questo tipo si fanno solo nei momenti più inaspettati. Oppure perché, tra una coda in cassa e uno scaffale difficile da raggiungere, le occasioni per iniziare una conversazione con altre persone non mancano.

Supermercato per single

Certo, bisogna essere intraprendenti: non tutti hanno il coraggio di fermare uno sconosciuto nel bel mezzo della corsia dei sughi per farsi aiutare a prendere l'ultima confezione di penne rigate rimaste in cima allo scaffale.

Però una cosa è certa: non avendo nessuno cui delegare l'incombenza della spesa, i single sono frequentatori di supermercati e le grandi catene di distribuzione se ne sono accorte.
Centri commerciali e ipermercati stanno diventando sempre più "formato single", adeguandosi quindi alle esigenze di chi vive da solo.
Basti pensare anche ai nuovi orari di apertura delle grandi catene di distribuzione: alcuni iperstore chiudono verso mezzanotte, altri sono aperti 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. In questo modo favoriscono chi, come i single, tra lavoro e impegni vari, un tempo era costretto a rimandare la spesa fino a quando nel frigo non rimanevano solo una bottiglia d'acqua e un torsolo di mela!

Alle 23 di sera difficilmente si incontreranno la mamma o il papà di famiglia indaffarati nella spesa settimanale. È più probabile che a quell'ora il supermercato sia popolato da single a caccia delle provviste per il pranzo del giorno dopo o di qualcosa per riempire la dispensa.

Supermercato per single

In realtà, prima ancora che i supermercati fossero aperti in orari notturni, c'era chi aveva già ipotizzato che i centri commerciali potessero essere il luogo perfetto per incontrare nuovi single, soprattutto a Milano. Di recente sono state sperimentate alcune iniziative in cui il supermercato si trasformava in un "territorio di caccia" per single: le persone single a caccia di cibo e anche l'anima gemella, potevano andare a fare la spesa muniti di un segno di riconoscimento sul carrello.

Questo simbolo di riconoscimento era quindi un modo per dire: "Sono single e sono interessato-a a conoscere altre persone". In questo modo, anche per i timidi, diventava forse più semplice avvicinarsi agli sconosciuti e avviare una conversazione.

Era già capitato che il supermercato fosse vissuto come una sorta di location di incontri tra single.
Ne avevamo parlato in un post sullo shopping dei single in cui vi avevamo raccontato dell'iniziativa dell'Esselunga di Viale Papiniano, nel capoluogo lombardo.
Ai tempi la leggenda diceva che la Milano single, città italiana con il maggior numero di single, avesse trasformato proprio l'Esselunga di Viale Papiniano in un punto di incontro per single. E così la spesa diventava un pretesto per andare a conoscere altre persone, nella speranza di incontrare l'anima gemella.

È però molto difficile stimare il successo di queste iniziative.
All'inizio possono riscuotere curiosità e interesse: è una novità ed è probabile che venga voglia di sperimentarla. A lungo andare, però, la curiosità va scemando e piano piano il centro commerciale o il supermercato tornano ad essere il luogo dello shopping e della spesa, non dei possibili incontri.

Inoltre va detto che il cosiddetto "supermercato per single" può funzionare, ma solo in alcune realtà. Si tratta soprattutto di una questione geografica. I single italiani sono molto diversi tra loro, così come i contesti in cui vivono.
Una città come Milano ha ritmi molto più serrati rispetto, ad esempio, a Torino o Roma. Chi vive a Milano trascorre molte ore al lavoro, esce dall'ufficio tardi e di solito vive il supermercato come un'incombenza necessaria, di cui però farebbe anche volentieri a meno. Andare a fare la spesa rientra tra i doveri e quindi, più è rapida, meglio è.

I single di Roma, invece, sono in genere più rilassati e, così come i single toscani, amano divertirsi e sono molto ironici. È probabile, quindi, che qui il supermercato per single possa suscitare qualche interesse.
Anche i single di Torino partecipano con entusiasmo ai nuovi format di eventi per single, ma sono un po' più riservati e preferiscono andare ad Art Dating o speeddate, in cui sia garantita la presenza del nostro staff.

Insomma, il fatto che i supermercati diventino sempre più a dimensione single con orari e articoli (come i prodotti monoporzione) adatti a chi vive da solo, è un buon segnale perché significa che la società si sta adeguando ai sempre più frequenti nuclei familiari composti da una sola persona.
Però cercare di trasformare il supermercato in un luogo di incontro per i single è un po' azzardato... perché il rischio è quello di incontrare persone (magari neppure single) spinte solo dalla curiosità del momento, ma poco interessate a conoscere veramente gli altri partecipanti.
Se lo scopo è invece ampliare la propria rete di amicizie e conoscenze, è meglio puntare a eventi per single e speed date: non possiamo darvi la certezza di incontrare l'anima gemella, ma di sicuro sono ottime occasione per incontrare tanti nuovi single e fare amicizia!

POST PIÚ POPOLARI:

Le migliori auto per single che vivono in città

Si è da poco concluso il Salone dell'Auto di Torino e noi di Vitadasingle.net c'eravamo.
Abbiamo ammirato i bolidi esposti, siamo saliti a bordo di auto sportive e berline di lusso e abbiamo anche fatto un salto nel futuro, rapiti da prototipi dalle linee avveniristiche.
Ma sopratutto ci siamo chiesti: qual è l'auto per i single? 

Potendo sognare, una qualsiasi di quelle esposte al Parco del Valentino!
Tornando alla realtà, la risposta alla domanda qual è l'auto preferita dai single è sicuramente la Smart.

In poco più di 2 metri e mezzo (2,69 per essere precisi), la Smart ForTwo offre ogni comfort ed è ideale per spostarsi in città: si parcheggia ovunque e con il cambio automatico, anche per il single di Milano muoversi nel traffico diventa meno snervante.
Poi ha due posti comodi e finiture di qualità... insomma, l'eventuale secondo passeggero a bordo, non avrà nulla di che lamentarsi.

I single che cercano invece una vettura tuttofare, adatta ai viaggi e al traspo…

6 motivi per cui dopo i 40 anni è importante avere amici

Di tutte le cose che la saggezza procura per ottenere un'esistenza felice, la più grande è l'amicizia. Epicuro
Se già Epicuro, vissuto tra il III e IV secolo a.C., parlava in questo modo dell'amicizia, un motivo ci sarà!
Gli amici sono un bene prezioso che spesso ci salva nei momenti più bui.
Apprezzare i vantaggi delle propria vita da single e imparare a stare bene con sé stessi e anche con gli altri può richiedere del tempo e ci sono delle fasi della vita in cui un legame di amicizia può aiutare a superare periodi più difficili.

Le famose telefonate all'amica (o dell'amica) alle 4 di notte, quando si è in crisi e si cerca di superare una storia finita non sono leggende metropolitane!
Gli amici veri sono proprio quelli che stanno vicini in questi momenti.



Ma gli amici non servono solo nei momenti bui, sono anche le persone con cui condividere il tempo libero, le uscite e le ore più divertenti della nostra vita da single.
Lo si può fare con gli amici che si frequen…

L'anello dei single

E' ufficiale: Singelringen l'anello dei single è entrato a far parte del nostro mondo, stringendo una collaborazione con Singelringen.
Si indossa sulla mano opposta rispetto alla fede nuziale ed in effetti il suo significato è simile a quello dell’anello simbolo del matrimonio. Simile, ma in qualche modo contrario.. Singelringen è portato sul dito anulare ma molti preferiscono indossarlo su altre dita o portato al collo infilato in una collana. Sbarca anche in Italia la ‘fede’ dei single, che già sta spopolando in diversi paesi europei, dalla nordica Svezia dove è nata, fino alla mediterranea Spagna.
Se i fidanzati mostrano al mondo il loro status con l’anello di brillanti, chi ha moglie o marito ostenta la fede – hanno pensato gli ideatori -, perché chi è single non deve portare al dito il simbolo del suo essere sentimentalmente disimpegnato? Allora ecco che arriva l’anello, che da simbolo di fedeltà diventa simbolo di felicità e al tempo stesso di ‘apertura’. Apertura al mo…